Settore Tessile: Credito d’Imposta del 30% sulle rimanenze di Magazzino

Nella legge di conversione del Decreto Rilancio, e dunque sempre al fine di contrastare gli effetti negativi del Covid19, figura un nuovo strumento di sostegno alle imprese del settore della moda, degli accessori e del tessile.

Viene, previsto un credito d’imposta calcolato su un valore incrementale rispetto alla media dei tre esercizi precedenti a quello in corso.

Sarà necessario effettuare, dunque, una rilevazione delle rimanenze di magazzino e del loro valore nei periodi d’imposta 2017, 2018 e 2019 e calcolarne una madia. Qualora le rimanenze finali di magazzino eccedano detta media, all’impresa richiedente spetterà il succitato credito d’imposta.

Va fatto rilevare che la misura ha una dotazione finanziaria abbastanza esigua (45 Milioni su base Nazionale) e che il credito è riconosciuto fino all’esaurimento dei fondi. Pertanto, sarà fondamentale l’invio immediato della comunicazione all’Agenzia delle Entrate la quale riconoscerà i crediti principalmente sulla base della cronologia d’arrivo delle domande

Il Credito potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione nel modello F24 del periodo successivo al presente. Dunque si potrà usufruire del credito durante il prossimo esercizio fiscale.

Si attendono una serie di Decreti Ministeriali volti a stabilire la corretta identificazione dei settori economici in cui operano i soggetti beneficiari.